Home » Altre News » Ho Mobile potrebbe lasciare Vodafone in caso di fusione

Ho Mobile potrebbe lasciare Vodafone in caso di fusione

Nuovo aggiornamento con il mega romanzo delle fusioni che è solo alle sue prime puntate. Il mercato delle telecomunicazioni in Italia sta vivendo un periodo di intensi speculazioni e possibili cambiamenti strutturali. La più importante questione in ballo è la potenziale fusione tra Iliad e Vodafone. Questo fronte è ufficiale visto che c’è una proposta formale da parte di Iliad. Poi c’è sul piatto ancora la prospettata joint venture tra Swisscom (Fastweb) e Vodafone, attualmente non ufficializzata ma ritenuta probabile.

Ma se il matrimonio tra Iliad e Vodafone si concretizzasse, quale potrebbe essere il prezzo da pagare per ricevere l’ok dalle autorità? Quali paletti potrebbe mettere le authority per acconsentire al matrimonio?

Cosa potrebbe essere imposto a Vodafone per fondersi con Iliad

Le operazioni di fusione in questo settore non sono semplici da portare a termine, in quanto devono ricevere il via libera dalle autorità antitrust, sia a livello italiano che europeo. L’Unione Europea, in particolare, è nota per il suo rigoroso esame di questi matrimoni, con la possibilità che vengano imposti vincoli significativi per assicurare la concorrenza e la tutela dei consumatori. Vi ricordate le mille imposizioni nei confronti di 3 (H3G) e Wind che alla fine portarono proprio alla nascita di Iliad?

Leggi anche: dal 2024 aumenti Tim, Wind3 e Vodafone. Secondo voi sono giusti?

Oggi, secondo noi di UpGoFree.it, sono due le possibili restrizioni potrebbero emergere in questo contesto. E vi ricordiamo che per ora siamo nel campo delle ipotesi e della fanta-finanza, perché non c’è veramente ancora nulla di ufficiale. Ma vediamo quali potrebbero essere queste due strade:

  1. Lascito delle Frequenze: Una delle condizioni potrebbe essere quella di cedere una parte delle frequenze a un altro operatore. Questo mirerebbe a mantenere un equilibrio nel mercato e a prevenire la creazione di un gestore troppo forte, dannoso per i consumatori.
  2. Vendita di Ho Mobile: Un altro vincolo potrebbe riguardare la base clienti e, in particolare, la vendita di marchi secondari come Ho Mobile. Questo passo potrebbe essere necessario per riequilibrare il mercato in seguito alle fusioni, staccando Ho Mobile da mamma Vodafone.

È fondamentale sottolineare che, al momento, questi restano scenari ipotetici. Nonostante l’intensa speculazione, le decisioni finali e gli effetti concreti di tali fusioni rimangono tutti da definire.

Leggi anche: come richiedere una nuova sim di Iliad online

Lascia un commento